don Umberto Guerriero – Commento al Vangelo del 12 Marzo 2021

141

“Ascolta”, apri bene le orecchie, ma sopratutto il cuore. Se stai cercando un modo per far sì che la tua vita sia significativa e valga la pena di essere vissuta, non c’è altra strada: “amerai”. Nient’altro è capace di dare sostanza ai tuoi giorni.

Ma come fare ad essere certi di amare abbastanza e di farlo nel modo corretto?

Questo comandamento si presenta subito con il suo carattere estremamente esigente: richiede la totalità. Non sono ammesse riserve né mezze misure, non si può amare a metà.

Eppure quell’imperativo, “amerai”, è tutt’altro che un enorme fardello posto sulle nostre spalle. Certo, non basta puntare al minimo sindacale, ma non occorre neanche raggiungere chissà quale standard. Non è affatto una “missione impossibile” quella che ci affida il Maestro.

In quel comandamento è racchiusa una forza liberante senza eguali, capace di spezzare le catene che tengono l’uomo prigioniero.

La misura dell’amore vero è il coraggio di metterti in gioco pienamente, con il TUO cuore e la TUA anima, con la TUA mente e la TUA forza. Non c’è alcun confronto che abbia più senso, nessuna gara a chi fa di più. È il tuo tutto, il meglio di te, che diventa l’unico parametro: non ti si chiede altro che donare la vita, la tua.

Sarai chiamato a scoprire il tuo personale modo, ma ciò che conta sarà metterci tutto te stesso. Solo allora amerai davvero.

Se tu mi chiedi in questa vita cosa ho fatto,
Io ti rispondo: ho amato!
HO AMATO TUTTO – TOSCA


AUTORE: don Umberto Guerriero
FONTE: #Vangeloasquarciagola (canale Telegram) – Sito

Articolo precedenteRobert Cheaib – Commento al Vangelo del 12 Marzo 2021
Articolo successivoSr. Palmarita Guida – Commento al Vangelo del 12 Marzo 2021