don Pasquale Giordano – Commento al Vangelo di oggi 9 Settembre 2019

4

Il bene non ha bisogno di permessi

Lunedì della XXIII settimana del Tempo Ordinario (Anno dispari)

Col 1,24 – 2,3   Sal 61  

Nella visione distorta della vita anche la giustizia viene sovvertita. Di solito la l’accusa è formulata solo quando c’è l’evidenza delle prove; ma quando invece si è accecati dalla collera le prove vengono costruite per supportare una condanna già decisa. 

L’uomo dalla mano destra paralizzata, oggetto di derisione e illazioni, è il bersaglio di coloro che, troppo concentrati su se stessi e sulla loro presunta perfezione, si arrogano il diritto di stabilire cosa sia lecito e cosa non lo sia. 

Nell’uomo dalla mano paralizzata possiamo vedere ogni persona che viene penalizzata dalla comunità cristiana a causa di giudizi severi e privi di carità. 

Quanto male fa il giudizio e gli atteggiamenti ostili nei confronti delle persone che vedono chiudersi quelle porte che invece dovrebbero essere aperte per accedere alla misericordia di Dio. 

La indifferenza, la freddezza, la negligenza nel prendersi cura dei più fragili, blocca in tali poveretti ogni forma di entusiasmo e desiderio di fare qualcosa per la comunità. 

Quanti cristiani dalla mano destra paralizzata ci sono perché sono ridotti da altri fratelli a “elementi di tappezzeria” o a “fare numero”, ma senza essere coinvolti e integrati nella comunità.

Gesù insegna ai cristiani che gli stanno attorno a mettere al centro della vita di una comunità i più fragili perché essi, condividendo con gli altri le loro fatiche e le sofferenze, possano uscire dalla zona d’ombra della marginalità ed essere guariti.

La negligenza nel fare il bene automaticamente significa fare del male, comporta abbandono di una vita che invece aspetta noi per essere salvata.

Auguro a tutti una serena giornata e vi benedico di cuore!

Commento a cura di don Pasquale Giordano
FonteMater Ecclesiae Bernalda
La parrocchia Mater Ecclesiae è stata fondata il 2 luglio 1968 dall’Arcivescovo Mons. Giacomo Palombella, che morirà ad Acquaviva delle Fonti, suo paese natale, nel gennaio 1977, ormai dimissionario per superati limiti di età… [Continua sul sito]

Qui puoi continuare a leggere altri commenti al Vangelo del giorno.

Osservavano per vedere se guariva in giorno di sabato.

Dal Vangelo secondo Luca
Lc 6, 6-11


Un sabato Gesù entrò nella sinagoga e si mise a insegnare. C’era là un uomo che aveva la mano destra paralizzata. Gli scribi e i farisei lo osservavano per vedere se lo guariva in giorno di sabato, per trovare di che accusarlo.
Ma Gesù conosceva i loro pensieri e disse all’uomo che aveva la mano paralizzata: «Àlzati e mettiti qui in mezzo!». Si alzò e si mise in mezzo.
Poi Gesù disse loro: «Domando a voi: in giorno di sabato, è lecito fare del bene o fare del male, salvare una vita o sopprimerla?». E guardandoli tutti intorno, disse all’uomo: «Tendi la tua mano!». Egli lo fece e la sua mano fu guarita.
Ma essi, fuori di sé dalla collera, si misero a discutere tra loro su quello che avrebbero potuto fare a Gesù.

Parola del Signore