don Pasquale Giordano – Commento al Vangelo di oggi 22 Luglio 2019

311

Il desiderio dell’Amato spinge attraverso il dolore verso la Vita

La chiesa oggi celebra la memoria liturgica di Santa Maria Maddalena. Era originaria della Galilea, come Gesù, proveniva infatti da Magdala, un villaggio sulle sponde del lago di Tiberiade. La tradizione erroneamente attribuisce alla Maddalena un trascorso da prostituta, in realtà i vangeli ci dicono solo che lei era particolarmente legata a Gesù perché l’aveva salvata.

Molto si è fantasticato su questa figura che i vangeli ci presentano in maniera sobria, come è nel loro stile. La pagina del vangelo ci fa rivivere i momenti della scoperta della tomba vuota nel primo giorno della settimana. In tutti i vangeli sono le donne, andate alle prime luci dell’alba al sepolcro per completare i riti funebri, che diventano destinatarie e prime annunciatrici della risurrezione. Nel racconto dell’evangelista Giovanni Maria Maddalena porta agli apostoli due annunci.

Il primo è frutto di ciò che lei pensa vedendo il sepolcro aperto: hanno trafugato il corpo di Gesù e il luogo dov’è è sconosciuto – dice la donna. Alla fine Maria reca un altro annuncio, il vangelo; “Il Signore è vivo, e io l’ho visto” e si fa latrice del messaggio di Gesù, non dell’interpretazione dei fatti. La sorpresa dell’evento dipinge con colori scuri le idee della donna che pensa ad un rapimento e il dolore di non sapere dove sia (il corpo di) Gesù la turba fino alle lacrime. Non solo non riconosce i due angeli, ma soprattutto confonde Gesù risorto col giardiniere.

Sia gli uni che l’altro con grande rispetto – la chiamano Donna- le domandano il motivo della sua sofferenza e lei risponde esprimendo il suo turbamento ma anche il desiderio di recuperare il corpo del Signore. L’amore che Maria Maddalena ha per Gesù non è un fatto semplicemente ideale o mentale. Ella rimane vicino a quel sepolcro vuoto per cercare non un’astratta verità, ma la persona di Gesù. La perseveranza nella ricerca del contatto con il Signore è coronato dall’incontro con il Risorto che si fa riconoscere chiamando per nome la discepola. Quando la parola di Dio c’interpella personalmente e quando permettiamo a Gesù di chiamarci per nome, allora scopriamo la sua presenza reale e prossima.

Maria d’istinto vorrebbe stringere Gesù per non perderlo più, ma Gesù le dice di non trattenerlo perché non è un oggetto da possedere, ma rimane il Maestro da ascoltare e da seguire lì dove sta andando, al Padre, origine e fine della sua vita, inizio e compimento del suo cammino. Maria Maddalena ancora oggi annuncia a noi, fratelli suoi e di Gesù, che il cammino della fede non termina davanti ad una tomba vuota che sono i fallimenti, i dolori, le prove che la vita ci riserva, ma deve proseguire fino a quel “luogo” preparato da Gesù per ciascuno, perché dove è Lui saremo anche noi.

Auguro a tutti una serena giornata e vi benedico di cuore!

Commento a cura di don Pasquale Giordano

FonteMater Ecclesiae Bernalda
La parrocchia Mater Ecclesiae è stata fondata il 2 luglio 1968 dall’Arcivescovo Mons. Giacomo Palombella, che morirà ad Acquaviva delle Fonti, suo paese natale, nel gennaio 1977, ormai dimissionario per superati limiti di età… [Continua sul sito]

Qui puoi continuare a leggere altri commenti al Vangelo del giorno.

Ho visto il Signore e mi ha detto queste cose.

Dal Vangelo secondo Giovanni
Gv 20, 1-2.11-18

Il primo giorno della settimana, Maria di Màgdala si recò al sepolcro di mattino, quando era ancora buio, e vide che la pietra era stata tolta dal sepolcro. Corse allora e andò da Simon Pietro e dall’altro discepolo, quello che Gesù amava, e disse loro: «Hanno portato via il Signore dal sepolcro e non sappiamo dove l’hanno posto!». Maria stava all’esterno, vicino al sepolcro, e piangeva. Mentre piangeva, si chinò verso il sepolcro e vide due angeli in bianche vesti, seduti l’uno dalla parte del capo e l’altro dei piedi, dove era stato posto il corpo di Gesù. Ed essi le dissero: «Donna, perché piangi?». Rispose loro: «Hanno portato via il mio Signore e non so dove l’hanno posto». Detto questo, si voltò indietro e vide Gesù, in piedi; ma non sapeva che fosse Gesù. Le disse Gesù: «Donna, perché piangi? Chi cerchi?». Ella, pensando che fosse il custode del giardino, gli disse: «Signore, se l’hai portato via tu, dimmi dove l’hai posto e io andrò a prenderlo». Gesù le disse: «Maria!». Ella si voltò e gli disse in ebraico: «Rabbunì!» – che significa: «Maestro!». Gesù le disse: «Non mi trattenere, perché non sono ancora salito al Padre; ma va’ dai miei fratelli e di’ loro: Salgo al Padre mio e Padre vostro, Dio mio e Dio vostro». Maria di Màgdala andò ad annunciare ai discepoli: «Ho visto il Signore!» e ciò che le aveva detto.

 

Parola del Signore.