don Pasquale Giordano – Commento al Vangelo di oggi 2 Ottobre 2019

382

Sotto lo sguardo protettivo di Dio

Santi Angeli Custodi

Nella festa degli angeli custodi la chiesa ci fa leggere un passo del vangelo in cui l’evangelista Matteo riporta l’inizio del discorso che Gesù fa ai suoi apostoli riguardo alla chiesa. Tutto nasce dalla domanda: Chi è il più grande nel regno dei cieli? I discepoli conoscono le gerarchie dei regni umani e le logiche che le sostengono. I grandi della terra raggiungono le vette del potere con le guerre e, una volta al comando, piegano i nemici con la forza e impongono pesanti fardelli per renderli loro dipendenti. 

Gesù è in mezzo alla cerchia dei suoi discepoli per indicare che il posto del più grande è lì, in mezzo agli altri. Il gesto di chiamare accanto a se un bambino e metterlo in mezzo vuole indicare che il posto d’onore non è il altro, sopra gli altri, ma in mezzo. Gesù è in mezzo non perché catalizza l’attenzione su di lui, ma è in mezzo facendosi umile, come un servo. Il bambino nella casa è il piccolo che fa le faccende di casa più semplici. Paolo, scrivendo ai Romani, accenna ad alcuni principi della “morale domestica” che regola i rapporti in famiglia: “Non aspirate a cose troppo alte, piegatevi invece a quelle umili. Non fatevi un’idea troppo alta di voi stessi” (12,16). 

Il discepolo per essere parte del regno dei cieli non deve voltare le spalle ai grandi della terra per rivolgere la propria attenzione verso i piccoli della terra. Secondo una certa tradizione ebraica i più poveri hanno ciascuno un angelo che è sempre al cospetto di Dio per intercedere per lui. Attraverso il suo aiuto, Dio lo custodisce rivolgendo sempre il suo sguardo amorevole verso di lui. 

Voltare le spalle ai piccoli significa voltarle a Dio, rivolgere la propria attenzione ai piccoli significa mettersi sotto lo sguardo paterno e protettivo di Dio.

Auguro a tutti una serena giornata e vi benedico di cuore!

Commento a cura di don Pasquale Giordano
FonteMater Ecclesiae Bernalda
La parrocchia Mater Ecclesiae è stata fondata il 2 luglio 1968 dall’Arcivescovo Mons. Giacomo Palombella, che morirà ad Acquaviva delle Fonti, suo paese natale, nel gennaio 1977, ormai dimissionario per superati limiti di età… [Continua sul sito]

Qui puoi continuare a leggere altri commenti al Vangelo del giorno.

I loro angeli nei cieli vedono sempre la faccia del Padre mio che è nei cieli.

Dal Vangelo secondo Matteo
Mt 18, 1-5.10

In quel momento i discepoli si avvicinarono a Gesù dicendo: «Chi dunque è più grande nel regno dei cieli?».
Allora chiamò a sé un bambino, lo pose in mezzo a loro e disse: «In verità io vi dico: se non vi convertirete e non diventerete come i bambini, non entrerete nel regno dei cieli.
Perciò chiunque si farà piccolo come questo bambino, costui è il più grande nel regno dei cieli. E chi accoglierà un solo bambino come questo nel mio nome, accoglie me.
Guardate di non disprezzare uno solo di questi piccoli, perché io vi dico che i loro angeli nei cieli vedono sempre la faccia del Padre mio che è nei cieli».

Parola del Signore