don Pasquale Giordano – Commento al Vangelo del 24 Gennaio 2020

444

Attratto dall’amore di Gesù crocifisso il cristiano missionario porta nel mondo la Parola che libera

San Francesco di Sales

«Gesù salì sul monte». Dopo le sponde del lago di Tiberiade, la sinagoga di Cafarnao, la casa di Simone, le vie della Galilea, appare il monte sul quale Gesù sale per fondare la comunità dei Dodici. Con brevi ed essenziali cenni si descrive l’origine e le caratteristiche fondamentali della Chiesa. Essa è fondamentalmente missionaria e perciò Gesù chiama apostoli coloro che sceglie. I missionari sono inviati da Gesù nel mondo per predicare con la sua stessa autorità perché la loro parola possa avere la forza liberare dalle forze del male. 

Dobbiamo ricordare che l’origine della missione affidata ad ogni cristiano è una “chiamata dall’alto”. L’andare nel mondo per portare la Parola di Dio che salva trova la sua sorgente nella scelta di Dio e quella del chiamato di rispondere all’invito di Gesù. Il cristiano prima di andare nel mondo, verso i fratelli e contro il maligno, sale verso Gesù per stare con lui. 

Nella vita cristiana c’è una priorità da cui consegue la missione. Il servizio d’amore ai fratelli nasce da una relazione stabile e solida con il Signore. Ai fratelli si porta la Parola che «sul monte» Dio scrive nel cuore dell’uomo. 

Il cristiano, chiamato alla “misura alta dell’amore”, tende alla vetta della Carità perché attratto da Gesù crocifisso. Innalzato sulla croce, Gesù offre la sua vita a Dio Padre perché la Grazia dell’Amore possa discendere su tutti gli uomini e attrarli verso l’alto.

Auguro a tutti una serena giornata e vi benedico di cuore! 

Commento a cura di don Pasquale Giordano
FonteMater Ecclesiae Bernalda
La parrocchia Mater Ecclesiae è stata fondata il 2 luglio 1968 dall’Arcivescovo Mons. Giacomo Palombella, che morirà ad Acquaviva delle Fonti, suo paese natale, nel gennaio 1977, ormai dimissionario per superati limiti di età… [Continua sul sito]
 

LEGGI IL BRANO DEL VANGELO DI OGGI


Chiamò a sé quelli che voleva perché stessero con lui.
Dal Vangelo secondo Marco Mc 3, 13-19 In quel tempo, Gesù salì sul monte, chiamò a sé quelli che voleva ed essi andarono da lui. Ne costituì Dodici –  che chiamò apostoli – , perché stessero con lui e per mandarli a predicare con il potere di scacciare i demòni. Costituì dunque i Dodici: Simone, al quale impose il nome di Pietro, poi Giacomo, figlio di Zebedèo, e Giovanni fratello di Giacomo, ai quali diede il nome di Boanèrghes, cioè “figli del tuono”; e Andrea, Filippo, Bartolomeo, Matteo, Tommaso, Giacomo, figlio di Alfeo, Taddeo, Simone il Cananeo e Giuda Iscariota, il quale poi lo tradì. Parola del Signore