don Mauro Leonardi – Commento (e poesia) al Vangelo del giorno, 7 Giugno 2021

60

Sono beati Giuseppe e Maria che obbedendo al Signore sono esuli, senza casa, ma crescono nel cuore e tra le braccia il Signore. È beata la cananea che accontentandosi di briciole di Cristo ottiene tutta La Misericordia del Signore. È beato il centurione che parlando di comando e di comandati dà prova di un senso di giustizia che si sposa con l’amore e commuove Gesù. Sono beate la Maddalena, l’emorroissa e la donna peccatrice che incuranti delle loro povertà, fragilità e colpe hanno deposto tutto ai piedi del Signore che ha dato loro, e a tutti quelli come loro, il Regno dei Cieli.

Erede e consolata

Ci sono cose grandi e profonde e misteriose e intense.
Che solo se sono con te.
Che solo se escono dalla tua bocca.
Posso pensare di riuscire a vivere, a essere.
Ripetimele.
Ridimmele.
Ma non muoverti da vicino a me.
Rimani seduto qui, con me.

Padrona di un regno, ma povera.
Consolata, ma con il viso pieno di lacrime.
Erede della terra, ma senza combattere.
Sazia, perché affamata.
Piena di misericordia, perché svuotata di misericordia.
Vedere Dio, non con gli occhi ma con il cuore aperto.
Figlia di Dio, ma dopo aver costruito la pace.
Nel cielo da padrona, ma sulla terra da perseguitata.
Nella gioia, esultante, mentre piovono insulti e persecuzioni.
Aiutami.
Solo tu puoi realizzare tutto questo nella mia vita.
Solo tu.
Beata, si, ma con te.

Fonte: il sito di don Mauro Leonardi

Mauro Leonardi (Como, 4 aprile 1959) è un presbitero, scrittore e opinionista italiano.


Articolo precedentedon Marco Scandelli – Commento al Vangelo del 7 Giugno 2021
Articolo successivoMaria Rosa Tettamanti – Commento al Vangelo del 7 Giugno 2021