don Mauro Leonardi – Commento (e poesia) al Vangelo del giorno, 7 Gennaio 2021

55

Nel momento in cui la voce della profezia tace, il volto di Cristo appare come realizzazione di quella parola.

Abito nel tuo regno

I profeti lo avevano detto.
Giovanni lo aveva gridato.
Ma ora tacciono.
Sono morti.
È stato arrestato.
Ora tocca a te, amore mio.
Ora tocca alla luce.
Così ti chiamavano.
Luce.
E lo sei.
Luminoso amore mio.

Vi passate le parole.
Giovanni tace.
Tu parli.
Giovanni rinchiuso.
Tu esci.
È ora di girare gli occhi verso di te.
Per vederci.
È ora di muoversi verso te.
Per seguirti.
È ora di farsi vicino a te.
Per trovare casa finalmente.
Regno mio.
Amore mio.

È così quando arrivi tu.
È luce.
È vita.
Sono passi che percorrono tutto.
Sono sguardi che illuminano tutto.
È voce che mi riempie il cuore.
Sono mani che mi tolgono ogni dolore, ogni buio.
Il mio corpo rinasce.
La mia mente si nutre.
Il mio cuore si innamora.
Tutta questa folla.
Mi perdo.
Ma so che ci sei.
E tutto è casa se ci sei tu.

Percorri tutta la mia vita.
Passi sui miei giorni.
Mi parli di un regno.
Che sarà la mia casa.
E sei tu.
E io vengo ad abitarti.

Arriva la tua fama.
E io gioisco.
E poi arrivano le tue mani.
E io guarisco.
E i miei tormenti svaniscono come ombre.
Ti seguo amore mio.
Ti abito regno mio.
Ti amo vita mia.

Fonte: il sito di don Mauro Leonardi

Mauro Leonardi (Como, 4 aprile 1959) è un presbitero, scrittore e opinionista italiano.


Articolo precedenteGiuliva Di Berardino – Commento al Vangelo di giovedì 7 Gennaio 2021
Articolo successivodon Franco Mastrolonardo – Commento al Vangelo di oggi – 7 Gennaio 2021