don Mauro Leonardi – Commento (e poesia) al Vangelo del giorno, 31 Maggio 2021

70

L’amicizia che Maria ci insegna è quella del dono della croce. Una magnificenza che riluce nell’essere serva Sua, per esultare di uno Spirito che si è fermato sull’umiltà di Maria stessa e ne ha fatto tempio del corpo di Cristo, speranza della Sua presenza e giustizia nella storia, carità per i deboli, gli emarginati, gli sconfitti. Memoria che adempie le promesse e rimane.

Sussulti di gioia

Un Dio che ti riempie di grazia con solo un saluto.
Basta solo un saluto.
Solo un incontro.
E la Grazia scorre.
E lo Spirito prende casa.

Un Dio che parla attraverso una donna.
Senza fare discorsi.
Basta un saluto.
E da grembo a grembo ci si dice tutto.

Come è fatto Dio?
Come fa Dio?
Fa come l’amore.
È fatto di amore.
Fa correre.
Fa incontrare.
Fa sussultare.
Fa colmi di vita.
Fa colmi di Spirito Santo.
Fa urlare di gioia.
Fa benedire.
Fa credere.
Fa cantare.

Dammi un grembo per accoglierti.
Dammi un’amica che mi attenda.
Dammi un’amica che mi cerchi.
Dammi un amore calmo e traboccante.
Dammi sussulti di gioia.
Dammi vita da custodire e da far gioire.
Dammi una voce per cantare.
Dammi un’anima che ti magnifica.
Dammi uno sguardo umile, una vita umile, per poterti riconoscere.
Fammi umilmente capace di grandi cose insieme a te.
Dammi un nome nuovo.
Dammi il tuo braccio potente su cui appoggiarmi, posarmi.
Dammi una fame che tu possa saziare.
Svuota il mio cuore superbo.
Rovescia i miei troni.
Svuota le mie mani.
Soccorrimi.
Inondami di misericordia.
Amore mio.
Vita mia.

Fonte: il sito di don Mauro Leonardi

Mauro Leonardi (Como, 4 aprile 1959) è un presbitero, scrittore e opinionista italiano.


Articolo precedentedon Antonio Savone – Commento al Vangelo del 31 Maggio 2021
Articolo successivodon Claudio Bolognesi – Commento al Vangelo del 31 Maggio 2021