don Mauro Leonardi – Commento (e poesia) al Vangelo del giorno, 29 Maggio 2021

72

L’autorità di Gesù è sempre quella di rendere testimonianza al Padre. Non di parlare per sé, ma di dare luce allo Spirito del Padre e ai suoi profeti donando sé stesso fino alla morte di croce.

Lui è qui

Capi, sacerdoti, anziani.
Uomini di potere.
Vogliono sapere che autorità hai.
Chi te l’ha data.
Di te gli interessa quanto potere hai.
Non chi sei.
Ma quanto vali.

Tu vuoi sapere i cuori cosa dicono.
Non il potere.
Ti interessa.
Ma quello che crediamo.

Loro chiedono: tu cosa vali?
Tu chiedi: voi cosa credete?

Il vero potere non è quello dei capi, delle credenziali, delle autorità.
Il vero potere è quello della verità, della fede, della sincerità.

Quante domande.
Non per sapere.
Ma per tramare.
Quante domande.
Non per spiegare.
Ma per ingannare.

Se hai paura del cielo.
Se hai paura degli uomini.
Se non credi al cielo.
Se non credi agli uomini.
Non fargli domande.
Lui è cielo.
Lui è uomo.
Se hai paura.
Se non credi.
Non può parlare con te.

Non pensare a cosa sia meglio dire.
Dì quello che credi, che vedi, che senti.
Quello è il meglio da dire.

Fonte: il sito di don Mauro Leonardi

Mauro Leonardi (Como, 4 aprile 1959) è un presbitero, scrittore e opinionista italiano.


Articolo precedenteGiuliva Di Berardino – Commento al Vangelo di sabato 29 Maggio 2021
Articolo successivodon Vincenzo Marinelli – Commento al Vangelo del 29 Maggio 2021