don Mauro Leonardi – Commento (e poesia) al Vangelo del giorno, 29 Gennaio 2021

137

Il seme che viene seminato è lasciato solo, perché al centro del progetto di Dio per noi c’è l’amore e quindi la libertà. Allo stesso tempo nella libertà c’è una speranza e una sapienza piena di fiducia per cui l’amore dato, produce frutti che ne portano l’impronta ed il segno.

Con te sarò al sicuro

Sono come terra che aspetta il seme.
Aperta.
Profonda.

Sono come seme che aspetta lo stelo.
Mi apro.
Esco.

Sono come stelo che aspetta la spiga.
Sotto il sole.
Sotto la pioggia.

Sono come spiga che aspetta il chicco maturo.
Arriva la falce.
Tu prendi i miei frutti.

Sono in attesa.
Fai germogliare la mia vita.
Vieni a prendere quello che è solo tuo.
La mia vita.

Sono come quel terreno che tu custodisci perché ti appartiene.
Attendo i tuoi frutti dentro di me.
Tu dormi.
Tu vivi.
E io sono qui che aspetto te.
Che aspetto con te.

Con te sarò grande.
Con te sarò casa per tanti.
Ti amo.

Fonte: il sito di don Mauro Leonardi

Mauro Leonardi (Como, 4 aprile 1959) è un presbitero, scrittore e opinionista italiano.


Articolo precedenteEsegesi e meditazione alle letture di domenica 31 Gennaio 2021 – don Jesús GARCÍA Manuel
Articolo successivoCommento al Vangelo di domenica 31 Gennaio 2021 – Comunità di Pulsano