don Mauro Leonardi – Commento (e poesia) al Vangelo del giorno, 26 Maggio 2021

71

Giovanni e Giacomo chiedono un’adesione integrale a Cristo: una vocazione che non è esaudire una volontà, né solo un processo di discernimento, ma proprio una chiamata in cui la parte prevalente è quella di Dio che ci indica una Via che è quella della Croce e della donazione gratuita e totale di sé.

Insegnami ad amarti

Quando arriva la paura.
Ci prende lo sgomento.
Quando le tue parole parlano di vergogna, dolore e morte.
Cominciamo a parlare di gloria.
A chiedere gloria.
Ti amiamo.
Ma a stare con te nel dolore non ci riusciamo.

Non vogliamo veramente seguirti.
Non ce la facciamo a stare con te.
Quello che vogliamo veramente.
Non è seguirti.
Ma marciare verso la gloria.
Non vogliamo camminare con te.
Vogliamo sedere con te.
Non vogliamo stare con te.
Vogliamo regnare con te.
Io ti amo.
Insegnami a servirti.
Insegnami ad amarti.

Fonte: il sito di don Mauro Leonardi

Mauro Leonardi (Como, 4 aprile 1959) è un presbitero, scrittore e opinionista italiano.


Articolo precedenteMartín Luque – Commento al Vangelo del 26 Maggio 2021
Articolo successivodon Alfonso Giorgio – Commento al Vangelo del 30 Maggio 2021