don Mauro Leonardi – Commento (e poesia) al Vangelo del giorno, 26 Aprile 2021

26

Gesù non entra di soppiatto nelle nostre vite né scappa via come un ladro. Sta nel nostro quotidiano. Nel rapporto che decidiamo di costruire con lui attraverso i fratelli.

Vita in abbondanza

La mia vita è assediata.
La mia vita ha una porta e solo tu ne hai la chiave.
Solo te riconosco.
Solo te ascolto.
Solo te seguo.

Ho cercato di scavalcare.
Di entrare nella tua vita senza passare dalla porta.
Perdonami.
Perdona il mio assedio.

Spingimi.
Spingimi per uscire dal recinto comodo.
Dal recinto chiuso.
Ho paura di perdermi se esco.
Ho paura di sporcarmi se vado fuori.
Ma ci sei tu avanti a me.
Ma ci sei tu a chiamarmi.

Ladri.
Briganti.
Estranei.
Sanno solo rubare, uccidere e distruggere.
Guardo fissa la porta della mia vita.
Sei tu.
Solo chi passa attraverso di te.
Arriverà a me.
E sarà vita.
Vita in abbondanza.

Fonte: il sito di don Mauro Leonardi

Mauro Leonardi (Como, 4 aprile 1959) è un presbitero, scrittore e opinionista italiano.


Articolo precedentedon Marco Scandelli – Commento al Vangelo del 26 Aprile 2021
Articolo successivodon Ivan Licinio – Commento al Vangelo del 26 Aprile 2021