don Mauro Leonardi – Commento (e poesia) al Vangelo del giorno, 22 Marzo 2021

20

Dalla solitudine dell’orto degli ulivi alla folla inferocita che circonda una donna colta in peccato. Solo Gesù si avvicina a questa donna spoglia, indifesa, spaventata, in pericolo di morte. Lui che si dona al mondo pur senza peccato ed espone il suo corpo e il suo sangue alla vergogna della croce per la nostra salvezza, solleva questa donna, peccatrice perché ha messo sulle proprie spalle, già ora, tutti i peccati del mondo. Così le può dire: “Va e non peccare più” e lei rimarrà da quel giorno sempre al fianco del Signore.

Commento di Gal

Il Tuo perdono mi rialza, mi rimette in piedi
Non chiedi il mio pentimento
Quando mi sento totalmente amata
Non sbagliata, non un “nulla”, non fallita
Ma amata, accolta, accettata da Te sempre
Posso rialzarmi
Posso ritrovarmi
E cominciare anche io ad amare

Fonte: il sito di don Mauro Leonardi

Mauro Leonardi (Como, 4 aprile 1959) è un presbitero, scrittore e opinionista italiano.


Articolo precedentePaolo Curtaz – Commento al Vangelo del 22 Marzo 2021 – Gv 8, 1-11
Articolo successivodon Marco Scandelli – Commento al Vangelo del 22 Marzo 2021