don Mauro Leonardi – Commento (e poesia) al Vangelo del giorno, 18 Febbraio 2021

75

L’unità con Cristo passa per la rinuncia a sé stessi, per l’accettazione della croce che non è dolore subito ma vita offerta e donata. Non è sterile rinuncia ma spoliazione e affidamento fecondi.

Sono io

Certo la resurrezione è una cosa bella, però un po’ ho paura.
Sembra così lontana e sembra così lungo soffrire.
Quando hai sofferto davvero sai che la sofferenza non passa mai.
Ti guardo tanto Gesù mio, ti amo tanto Gesù mio.
“…dietro a me …mi segua …la propria vita per me…”
Se non stacco gli occhi dalla tua schiena, se ti prendo la mano se ti seguo.
Se tu sei la vita mia.
Non mi perdo e non mi rovino.
Sono io.
E tu sei per sempre vita mia.

Fonte: il sito di don Mauro Leonardi

Mauro Leonardi (Como, 4 aprile 1959) è un presbitero, scrittore e opinionista italiano.


Articolo precedentedon Franco Mastrolonardo – Commento al Vangelo di oggi – 18 Febbraio 2021
Articolo successivodon Marco Scandelli – Commento al Vangelo del 18 Febbraio 2021