don Mauro Leonardi – Commento (e poesia) al Vangelo del giorno, 10 Giugno 2021

52

Lì dove la giustizia umana trova il proprio limite, la Misericordia sovrabbonda. L’uomo, quando riceve il perdono di Dio contempla i propri fratelli come grazia e gioia da accogliere e ringraziare.

Voglio dare vita

Tu mi chiedi più di tutto.
Tu mi chiedi più della legge.
Tu mi vuoi più giusta dei giusti.

Tu vuoi che io obbedisca alla legge e alla legge del cuore.
Tu vuoi che io sia adempiente con la mente e con il cuore.
Tu mi vuoi con le mani e il cuore puliti e onesti.

Per entrare nel regno dei cieli non devo essere a posto con la legge ma devo aver fatto della legge, vita.
Non mi basta non uccidere.
Voglio non ferire.
Voglio amare.
Voglio dare vita.

Non voglio neanche un pensiero-contro tra me e un fratello.
Se vengo da te.
Debbo portarti la mia vita unita alla vita di chi amo.
Se c’è divisione, non posso portarti nulla.
Perché l’amore o è tutto, per tutti, o non è amore.

Il dono più grande che posso portarti è un cuore che ama.

Se cammino con qualcuno che ha qualcosa contro di me.
Devo sintonizzare passo e cuore.
Devo camminare insieme a lui dentro e fuori di me.
È meglio accordarsi che condannare.
È meglio sempre parlare che sentenziare.

Aiutami.
Da sola non posso nulla.

Fonte: il sito di don Mauro Leonardi

Mauro Leonardi (Como, 4 aprile 1959) è un presbitero, scrittore e opinionista italiano.


Articolo precedentedon Franco Mastrolonardo – Commento al Vangelo di oggi – 10 Giugno 2021
Articolo successivodon Ivan Licinio – Commento al Vangelo del 10 Giugno 2021