don Mauro Leonardi – Commento al Vangelo di domenica 26 Maggio 2019 – Gv 14, 23-29

2

Amarsi è dimorare l’uno nell’altro

Gesù dice che se lo amassimo saremmo felici che va al Padre, e non ci faremmo prendere dal turbamento. E così alza un lembo del cuore umano. Quello per cui è tanto difficile per una gioia altrui che comporti allo stesso tempo una sofferenza, anche se provvisoria, per noi. Il Signore però conosce la nostra debolezza e ci aiuta.

Link al video

Amarsi è rimanere

Amarsi è ascoltarsi.
Amarsi è ascoltarsi tutti e tutto.

Amarsi è venire.
Amarsi è venire a casa.

Amarsi è ricordarsi.
Amarsi è fare memoria di ogni parola detta.

Amarsi è non lasciarsi mai.
Amarsi è non lasciarsi mai soli.

Amarsi è dare pace.
Amarsi è dare pace con la propria vita.

Amarsi è non turbarsi.
Amarsi è togliere ogni turbamento.

Amarsi è andare.
Amarsi è promettere di tornare e poi tornare davvero.

Amarsi è rallegrarsi.
Amarsi è rallegrarsi della gioia dell’altro.

Amarsi è avvisare che arriverà il dolore.
Il dolore del distacco.

Amarsi è dire tornerò.
E poi tornare.

Amarsi è dire ascoltami.
E poi dire la verità.

Amarsi è dire credimi.
E poi essere fedele.

Amare è rimanere.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.