don Mauro Leonardi – Commento al Vangelo del giorno, 7 Luglio 2020

102

Si può essere muti ma poi lo Spirito Santo ci insegna cosa dire e si può essere muti perché chiusi all’amore, al dialogo. Gesù ci apre alla relazione con gli altri e al suo cuore pieno di compassione.

Il demonio si scaccia così

Come fai a scacciare i demoni?
Questa è la loro domanda.
E non c’è una risposta a parole.
Sei tu la risposta. Quello che sei. Quello che fai.
Il demonio si scaccia così.
Il vangelo è la cura delle malattie, dei dolori.
Parole e mani.
Mente e cuore.
La compassione scaccia il demonio.
La compassione è l’amore che si preoccupa.
È l’amore che soccorre.

Il demonio lega la lingua.
Perché nessuna parola venga annunciata.
Perché nessun Si venga detto.

Il demonio piega il corpo e lo spirito.
Ci vuole malati, stanchi, sfiniti, persi, deboli, come pecore sole, perse.

Il demonio non ha paura di sé stesso.
Il demonio ha paura di chi parla, cura, ama.
Il demonio ha paura dei pastori, degli operai, e non teme i potenti, i principi.

Scacciato lui.
La vita riprende. Parla. Canta. Sta bene. Cerca il suo pastore.
Di questo ha paura il demonio.
Ha paura della vita.
Perché la vita è bella.

Fonte: il sito di don Mauro Leonardi

Mauro Leonardi (Como, 4 aprile 1959) è un presbitero, scrittore e opinionista italiano.