don Mauro Leonardi – Commento al Vangelo del giorno, 3 Luglio 2020

175

La Resurrezione vuole fedeltà, perché significa stare attaccati alla vita vera. Non lasciare scorrere gli eventi ma si rimanere attaccato alla vite di cui siamo i tralci. E oggi festeggiamo Tommaso che, con la sua mano, si inserisce nel corpo di Cristo.

Sono io che ho bisogno di te

Tu metti la tua mano nella sua, metti la tua mano sul suo petto.
E credi, gli credi.
Io metto la mia mano nella sua, metto la mia mano sul suo petto.
E amo, lo amo.
Le tue ferite, le tue mani, il tuo costato.
Come porte sempre aperte.
Perché tu non hai paura.
In te non c’è nulla di chiuso, serrato.
Tutto è aperto, tutto è pace.
In te si entra per uscire, per donare, per vivere.
Allora non solo le dita, non solo la mano, ma anche la bocca sulle tue ferite.
Amore mio porta la pace nella mia vita chiusa.
Tu solo puoi entrare senza che io apra.
Solo tu sai entrare nelle mie paure.
Sono tua.
Non hai bisogno di permesso.
Non hai bisogno di porte.
Sono io che ho bisogno di te.

Fonte: il sito di don Mauro Leonardi

Mauro Leonardi (Como, 4 aprile 1959) è un presbitero, scrittore e opinionista italiano.