don Mauro Leonardi – Commento al Vangelo del giorno, 28 Ottobre 2019

66

Gesù sente su di sé la responsabilità e il peso della vocazione cui sta chiamando i dodici. Ma questa fatica poi si fa attenzione affinché gli altri trovino serenità, pace: la Chiesa come “luogo pianeggiante” in cui essere ascoltati, guariti dalla centralità eucaristica di Cristo.

L’amore non si scorda nulla

Quando ami, parli. Anche se è ora di tacere.
Quando ami, vai. Anche se è tutta in salita la strada.
Quando ami, rimani sveglia. Anche se è ora di dormire.
Quando ami preghi, perché amare è roba di Dio.
Quando ami chiami a te, perché amare e stare lontani è impossibile.
Quando ami , ami il suo nome e non lo scordi. Perché non si scorda mai il nome di chi ami.
L’amore non si scorda mai nulla.

Se è amore, ti cerca di notte.
Ti porta via lontano da tutti.
E aspetta il giorno a parlare con te.

Amore mio insegnami la preghiera di chi ama.
La preghiera di chi ama non ha parole ma nomi.

Fonte: il sito di don Mauro Leonardi

Mauro Leonardi (Como, 4 aprile 1959) è un presbitero, scrittore e opinionista italiano.

Passò tutta la notte pregando e scelse dodici ai quali diede anche il nome di apostoli.

Dal Vangelo secondo Luca
Lc 6, 12-19


In quei giorni, Gesù se ne andò sul monte a pregare e passò tutta la notte pregando Dio. Quando fu giorno, chiamò a sé i suoi discepoli e ne scelse dodici, ai quali diede anche il nome di apostoli: Simone, al quale diede anche il nome di Pietro; Andrea, suo fratello; Giacomo, Giovanni, Filippo, Bartolomeo, Matteo, Tommaso; Giacomo, figlio di Alfeo; Simone, detto Zelota; Giuda, figlio di Giacomo; e Giuda Iscariota, che divenne il traditore.
Disceso con loro, si fermò in un luogo pianeggiante. C’era gran folla di suoi discepoli e gran moltitudine di gente da tutta la Giudea, da Gerusalemme e dal litorale di Tiro e di Sidòne, che erano venuti per ascoltarlo ed essere guariti dalle loro malattie; anche quelli che erano tormentati da spiriti impuri venivano guariti. Tutta la folla cercava di toccarlo, perché da lui usciva una forza che guariva tutti.

Parola del Signore

Articolo precedenteSan Giovanni Crisostomo – Commento al Vangelo del 28 Ottobre 2019
Articolo successivoPaolo Curtaz – Commento al Vangelo del 28 Ottobre 2019