don Mauro Leonardi – Commento al Vangelo del giorno, 26 Ottobre 2020

92

Il miracolo di Gesù consiste nel rialzare l’uomo alla sua dignità e alla sua libertà: è questo il senso della santificazione del suo nome e del concludersi della creazione.

A sentire la vita

Che cosa è mai la legge senza amore?
È vergogna.
Che cosa fa mai la legge senza amore?
Fa che un bue e un asino possano bere e una donna non possa guarire.
Fate bene a vergognarvi.
Ma io esulto, perché diciotto anni sono tanti.
Con Satana anche un secondo è troppo.
Senza di te anche un secondo è troppo.
Fate bene a vergognarvi.
Gesù mio grazie.
Grazie che mi ami.
Lo sai.
Ti amo.
E il resto lo sai.

Solo tu puoi sciogliere la mia vita.
E legarla per sempre alla tua.
Solo tu puoi liberare la mia vita.
E ridarmela. Ridarmela anche in giorno di sabato.
Perché tutto è tuo.
Perché sempre è il tuo tempo.
E io sono tua.
Sempre.

Le tue mani finiscono le tue frasi.
Parli con parole che accarezzano.
Perché il corpo si salva con il corpo.
Si guarisce con il corpo.
Si ama con il corpo.
Perché il tuo cuore posso vederlo solo nelle tue carezze.
Non posso baciarlo ma posso baciare le tue mani.
Posso baciare te.

Tu mi ami.
Lo so.
Non perché me lo dici quando me lo dici.
E nemmeno perché sei l’amore.
Tu mi ami.
Lo so.
Perché per stare con me.
Non ti importa che il giorno non è quello giusto.
Non ti importa che io sia prigioniera, inferma, storta, nel corpo, nell’anima, nella vita.
Da tanto tempo.
Non ti spaventa quello che di me spaventa.
Non ti spaventa quello che di me spaventa anche me.
Non ti spaventa da quanto tempo, troppo, troppo, io non alzi il viso, non alzi lo sguardo.
Basta la tua mano.
Basta una tua carezza.
Basta un tuo abbraccio.
A rialzare la mia vita.
A riportarmi davanti al tuo sguardo.
Sotto la tua mano.
A riprendere fiato.
A riprendere anima.
A riprendere cuore.
A sentire nuovamente la vita.

Fonte: il sito di don Mauro Leonardi

Mauro Leonardi (Como, 4 aprile 1959) è un presbitero, scrittore e opinionista italiano.