don Mauro Leonardi – Commento al Vangelo del giorno, 26 Giugno 2019

74

I falsi profeti non sono solo gli imbroglioni che ci vogliono allontanare dalla fede o coloro che sono già lontani: sono anche coloro che presumendo di possedere la verità assoluta all’interno della istituzione perdono lo spirito e idolatrano l’istituzione stessa trascurando il cuore esposto di Cristo visibile nei bisognosi, nei lontani, nei poveri di spirito.

Ti assaggerò

Se sei falso.
Le tue parole ti sveleranno.

Se sei lupo.
La tua fame ti svelerà.

Se sei spina.
Il tuo frutto ti svelerà.

Se sei rovo.
Le tue spine ti sveleranno.

Se sei cattivo.
Sarai amaro.

Se sei senza frutto.
Non mi sfamerai .
Ma mi scalderai con il fuoco del tuo legno tagliato via.

Ti guarderò.
E saprò chi sei.
Ti assaggerò.
E saprò chi sei.

Qui puoi continuare a leggere altri commenti al Vangelo del giorno.

Dai loro frutti li riconoscerete.

Dal Vangelo secondo Matteo
Mt 7, 15-20

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:
«Guardatevi dai falsi profeti, che vengono a voi in veste di pecore, ma dentro sono lupi rapaci! Dai loro frutti li riconoscerete.
Si raccoglie forse uva dagli spini, o fichi dai rovi? Così ogni albero buono produce frutti buoni e ogni albero cattivo produce frutti cattivi; un albero buono non può produrre frutti cattivi, né un albero cattivo produrre frutti buoni. Ogni albero che non dà buon frutto viene tagliato e gettato nel fuoco. Dai loro frutti dunque li riconoscerete».

Parola del Signore.

Articolo precedentePaolo Curtaz – Commento al Vangelo del 26 Giugno 2019 – Mt 7, 15-20
Articolo successivoOmelia del Card. Betori per la Natività di San Giovanni Battista – 24 Giugno 2019