don Mauro Leonardi – Commento al Vangelo del giorno, 19 Ottobre 2019

373

Riconoscersi è la base dell’amore che dura. Non è questione di parole da trovare, non ci sono regole da seguire, solo amore.

Mi fa vibrare

Spirito Santo?
Cos’è?
È questa cosa che mi fa dire che sei tu il centro della mia vita?
Che sei tu la mia vita?
È questa cosa che fa, della paura, coraggio?
È questo profumo di te che mi porto addosso?
È questo sapore di te che mi porto dentro?
È questo lo Spirito Santo?
Cos’è?
È quel riflesso di te in me per cui mi riconoscerai?
È questo vuoto nella pancia che gli altri chiamano amore immaturo o innamoramento?
È questo desiderio che mi fa deglutire e mordermi le labbra?
Cos’è?
Perché non riesco a fermarlo in me?
Mi fa vibrare.
Attendere.
Respirare lenta.
Piegare il collo.
Guardare dentro ogni cuore.
Posso litigare con te.
Ma con lui no.
È come un calore che nulla raffredda.
È come, non so, qualcosa che attira tutto a me.
Impossibile bestemmiarlo.
Io non lo so cos’è lo Spirito Santo.
So che mi sale in bocca.
E la apre.
E l’amore esce con le parole giuste.
E la paura non so più cosa sia.

Fonte: il sito di don Mauro Leonardi

Mauro Leonardi (Como, 4 aprile 1959) è un presbitero, scrittore e opinionista italiano.

Qui puoi continuare a leggere altri commenti al Vangelo del giorno.

Lo Spirito Santo vi insegnerà in quel momento ciò che bisogna dire.

Dal Vangelo secondo Luca
Lc 12, 8-12

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:

«Io vi dico: chiunque mi riconoscerà davanti agli uomini, anche il Figlio dell’uomo lo riconoscerà davanti agli angeli di Dio; ma chi mi rinnegherà davanti agli uomini, sarà rinnegato davanti agli angeli di Dio.

Chiunque parlerà contro il Figlio dell’uomo, gli sarà perdonato; ma a chi bestemmierà lo Spirito Santo, non sarà perdonato.

Quando vi porteranno davanti alle sinagoghe, ai magistrati e alle autorità, non preoccupatevi di come o di che cosa discolparvi, o di che cosa dire, perché lo Spirito Santo vi insegnerà in quel momento ciò che bisogna dire».

Parola del Signore