don Mauro Leonardi – Commento al Vangelo del giorno, 19 Febbraio 2020

160

Torniamo spesso da Gesù chiedendogli di completare i miracoli iniziati in noi.

La luce arriva piano

Non tutti i miracoli sono uguali.
Non tutti i ciechi sono uguali.
Perché non tutti gli uomini sono uguali.
Torna la vista non per magia.
Non per formule magiche.
Ma per amore.
E ogni uomo è amato e ama diversamente.
C’è chi è miracolato, amato, in una piazza.
Chi portato da amici.
Chi da estranei.
Chi in giorno di festa.
Chi in giorno feriale.
Chi di giorno.
Chi di notte.
Chi da vicino.
Chi da lontano.
E c’è chi viene portato da chissà chi.
E c’è chi viene portato fuori chissà dove.
Lontano dagli altri.
Per mano con Lui.
E la luce arriva piano.
E la vista torna lentamente.
E non si sa perché.
Lo sa il cieco, lo sa Gesù.
E basta.
È affar loro.
Del loro amore.
E non c’è nulla da dire a nessuno.

Fonte: il sito di don Mauro Leonardi

Mauro Leonardi (Como, 4 aprile 1959) è un presbitero, scrittore e opinionista italiano.


l cieco fu guarito e da lontano vedeva distintamente ogni cosa.
Dal Vangelo secondo Marco Mc 8, 22-26   In quel tempo, Gesù e i suoi discepoli giunsero a Betsàida, e gli condussero un cieco, pregandolo di toccarlo. Allora prese il cieco per mano, lo condusse fuori dal villaggio e, dopo avergli messo della saliva sugli occhi, gli impose le mani e gli chiese: «Vedi qualcosa?». Quello, alzando gli occhi, diceva: «Vedo la gente, perché vedo come degli alberi che camminano». Allora gli impose di nuovo le mani sugli occhi ed egli ci vide chiaramente, fu guarito e da lontano vedeva distintamente ogni cosa. E lo rimandò a casa sua dicendo: «Non entrare nemmeno nel villaggio».   Parola del Signore