don Mauro Leonardi – Commento al Vangelo del giorno, 18 Giugno 2019

78

La perfezione di Dio è la totalità e reciprocità del dono nella Trinità. Così anche noi siamo chiamati ad amare il Padre e i fratelli in questa dimensione di totale disponibilità e fecondità di gioia.

Questo sei: amore

Cattiva e ingiusta, ma piena di sole e bagnata di pioggia.
Non mi hai lasciata al buio, secca. Mai.
Sei stato straordinario con me.
Perfetto sei.
E lo sei sempre, ogni volta, ogni giorno.
Amore mio.
Questo sei: amore.

Siate perfetti come il Padre vostro celeste.

Dal Vangelo secondo Matteo
Mt 5, 43-48

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:
«Avete inteso che fu detto: “Amerai il tuo prossimo” e odierai il tuo nemico. Ma io vi dico: amate i vostri nemici e pregate per quelli che vi perseguitano, affinché siate figli del Padre vostro che è nei cieli; egli fa sorgere il suo sole sui cattivi e sui buoni, e fa piovere sui giusti e sugli ingiusti.
Infatti, se amate quelli che vi amano, quale ricompensa ne avete? Non fanno così anche i pubblicani? E se date il saluto soltanto ai vostri fratelli, che cosa fate di straordinario? Non fanno così anche i pagani?
Voi, dunque, siate perfetti come è perfetto il Padre vostro celeste».

Parola del Signore

Articolo precedentedon Gianmario Pagano – Il Paradiso Terrestre: quando la felicità non basta – Dante e Matelda
Articolo successivoCommento al Vangelo di domenica 23 Giugno 2019 – Alberto Maggi