don Mauro Leonardi – Commento al Vangelo del giorno, 16 Gennaio 2020

329

Gesù tende la mano. Il miracolo della guarigione avviene attraverso l’intimità e la delicatezza di un rapporto intimo con Gesù e di Gesù con noi.

Che dono sei

Attrai i lebbrosi.
Attrai ogni sorta di malato da tutta la regione.
Perché sei come acqua pura.
Perché le tue mani danno carezze che rendono tutto puro.
Perché le tue parole danno vita alla pelle e al cuore.
Attrai perché dai vita. Sei vita.

La loro legge certifica quello che le tue mani hanno fatto alla mia vita.
La mia offerta è versata nel tempio come le tue parole nel mio cuore.
Sono le tue mani la mia legge.
Sono le tue parole la mia offerta.
Che dono sei.
Grazie.

Fonte: il sito di don Mauro Leonardi

Mauro Leonardi (Como, 4 aprile 1959) è un presbitero, scrittore e opinionista italiano.


La lebbra scomparve da lui ed egli fu purificato.
Dal Vangelo secondo Marco Mc 1, 40-45 In quel tempo, venne da Gesù un lebbroso, che lo supplicava in ginocchio e gli diceva: «Se vuoi, puoi purificarmi!». Ne ebbe compassione, tese la mano, lo toccò e gli disse: «Lo voglio, sii purificato!». E subito, la lebbra scomparve da lui ed egli fu purificato. E, ammonendolo severamente, lo cacciò via subito e gli disse: «Guarda di non dire niente a nessuno; va’, invece, a mostrarti al sacerdote e offri per la tua purificazione quello che Mosè ha prescritto, come testimonianza per loro». Ma quello si allontanò e si mise a proclamare e a divulgare il fatto, tanto che Gesù non poteva più entrare pubblicamente in una città, ma rimaneva fuori, in luoghi deserti; e venivano a lui da ogni parte. Parola del Signore