don Mauro Leonardi – Commento al Vangelo del giorno, 12 Settembre 2020

64

Non basta invocare con la bocca, bisogna farlo col cuore. Prima di ascoltare la parola bisogna accostarsi a Gesù e mettere in pratica la parola. Allora siamo una casa costruita sulla roccia.

Seminato da te

Amore mio ti do la mia bocca.
Ascoltala
Di cosa trabocca?
Cosa passa da lei?
Da quale cuore escono le mie parole?
Da quale cuore escono le mie parole?
Amore mio ti do il mio cuore.
Fanne tesoro.
È vuoto?
Riempilo di te.
Ci sono cose cattive?
Svuotalo.
Riempilo di te.
Gesù mio.
Amore mio.
Signore mio.
Sono parole che escono da una bocca.
La mia.
Sono come frutto.
Ti do le mie parole da mangiare.
Voglio siano buone.
Parole buone da cuore buono.
Vengo a te amore mio.
Ti ascolto Signore mio.
Riempi il mio cuore.
Fallo tesoro.
Sovrabbonderò di te.
Dalla mia bocca saranno solo frutti di te.
Buoni.
Le mie parole e le tue.
Quello che fai entrare dentro di me è seme.
Seme di albero buono.
Metti il tuo seme in me.
Nel cuore.
Tesoro preziosissimo.
I suoi rami come fondamenta.
Salda come un albero.
Come una casa.
Radici dal tuo seme.
Parole dal mio cuore pieno di te.
Come frutti buoni.
Apro la bocca e tutto esce dal cuore.
Pieno di te, tesoro mio.
Come frutti che puoi cogliere, mangiare.
Perché buoni.
Da albero buono.
Solido.
Perché seminato da te.

Fonte: il sito di don Mauro Leonardi

Mauro Leonardi (Como, 4 aprile 1959) è un presbitero, scrittore e opinionista italiano.