don Mauro Leonardi – Commento al Vangelo del giorno, 10 Marzo 2020 – Mt 23, 1-12

8

Sedersi sullo cattedra di Mosè non significa dare leggi e vincoli ma significa fare di persone disperse, un popolo al centro del cuore di Dio Padre.

Io ascolto, vedo, amo

La verità, l’amore, la vita che diventa fardello, peso.
Una verità che cade giù dalle spalle.
Che fa inciampare, che fa sudare, che complica i pensieri invece di svelarli.
Una vita che te la trascini dietro come un cadavere pesante che ti ruba la vita invece di donartela.
Un amore che è legame, legaccio, regola, che soffoca, che chiude, spaventa, blocca.
Invece di amare e liberare la vita.
Dicono le tue stesse parole eppure sono bloccata, legata, soffocata.
Scendete dalla cattedra e amate, e siate veri, vivi.
Tu invece amore mio.
Mi hai insegnato ad ascoltare con gli occhi.
La tua vita è la parola più bella che ho ascoltato.
Con te, orecchie e occhi vanno insieme.
Quello che sai, sei.
Quello che dici, è fatto.
Nessuna cattedra perché non c’è una verità da dire ma da essere.
E tu lo sei.
E io ascolto, vedo, amo.

Fonte: il sito di don Mauro Leonardi

Mauro Leonardi (Como, 4 aprile 1959) è un presbitero, scrittore e opinionista italiano.