don Mauro Leonardi – Commento al Vangelo del 4 Dicembre 2018

101

Beati quelli che credono senza vedere e beati coloro che vedono e ascoltano la presenza di Cristo. Come si coniugano queste due diverse beatitudini proclamate da Gesù? Coloro che vedono e ascoltano Cristo e lo credono figlio di Dio sono beati perché portano la croce di una fede che accoglie la divinità nell’umanità e hanno in sé la virtù della carità. Coloro che credono senza vedere sono beati perché hanno in sé speranza e fede.

[box type=”shadow” align=”” class=”” width=””]

Poesia

E tutto Dio arriva

Mentre parli con noi.
Mentre ti ascoltiamo.
Mentre ci ascolti.
Mentre ti guardo.
Mentre mi guardi.
Si incrociano le parole.
Si incrociano gli sguardi.
Mentre mi chiami.
Mentre arrivo.
Mentre vado.
E poi torno.
In questa stessa ora.
In questi mille momenti che viviamo insieme.
All’improvviso la gioia.
All’improvviso in te l’amore si fa alito, respiro, spirito.
Esulti.
Mi passi l’aria.
Mi passi il respiro.
Mi passi l’anima.
Rivelazione di sguardi.
Rivelazione di respiri.
Da viso a viso.
Da bocca a bocca.
Da anima ad anima.
Guardami.
Respira verso di me.
Dammi vita.
Dammi Dio.

Non sei mai solo.
Nel dolore e nella gioia.
Non sei mai solo.
Io ai tuoi piedi.
Lo Spirito Santo dentro di te.
Eccomi.
Eccolo.
È quella gioia che vedo sempre quando vedo te.
È quel respiro che mi entra dentro sempre quando respiro te.
È quello che so di te.
Il mio sguardo, su di te.
Il mio respiro, su di te.
Le mie braccia su di te.
So solo questo.
Questo che vedo.
Il tuo sguardo.
Questo che respiro.
Il tuo Spirito.
Questo che stringo.
La tua gioia.
Questo che sento.
Le tue parole.
Tutto è gioia.
Tutto è festa.
Divino amore mio.
Tutto da guardare.
Tutto da ascoltare.
Tutto da prendere.

Esiste una sola gioia per te e per me.
Quella che riempie.
Quella che fa esultare.
Quella che chiama Dio.
Tu, di Spirito Santo. Pieno.
Tu, di Dio. Tutto.
Tu, mio. Sempre.
Io, di te. Piena.
Io, di Dio. Attraverso te.
Io, tua. Sempre.

Fammi sempre più piccola.
Sempre più dentro di te.
Sempre più nel tuo respiro.
Sempre più piccola.
Sempre più dentro.
Nel tuo respiro.
Dove gioisce Dio.
Dove viene Dio.
Dove l’amore ha casa.
Sempre più piccola.
Sempre più dentro.
Vedo tutto, perché vedo te.
Ascolto tutto, perché ascolto te.
Ho tutto, perché ho te.

Dammi occhi beati.
Che guardano te. Dentro.
Che guardano te. Dentro. Dove sei beato.
Che guardano te. Pieno di Spirito. Pieno di Dio.

Dammi occhi beati .
Che leggono le tue labbra.
E tutto ascoltano.
E tutto prendono.
E tutto Dio arriva.

Dammi occhi beati.
E una vita piccola.
Piccola piccola da contenere tutto.
Piccola piccola da respirare tutto.
Piccola piccola da ascoltare tutto.
Piccola piccola che entra dentro te, dove la gioia fa festa.

[/box]

[box type=”shadow” align=”” class=”” width=””]

LEGGI IL BRANO DEL VANGELO

Lc 10, 21-24
Dal Vangelo secondo Luca

In quella stessa ora Gesù esultò di gioia nello Spirito Santo e disse: «Ti rendo lode, o Padre, Signore del cielo e della terra, perché hai nascosto queste cose ai sapienti e ai dotti e le hai rivelate ai piccoli. Sì, o Padre, perché così hai deciso nella tua benevolenza. Tutto è stato dato a me dal Padre mio e nessuno sa chi è il Figlio se non il Padre, né chi è il Padre se non il Figlio e colui al quale il Figlio vorrà rivelarlo».
E, rivolto ai discepoli, in disparte, disse: «Beati gli occhi che vedono ciò che voi vedete. Io vi dico che molti profeti e re hanno voluto vedere ciò che voi guardate, ma non lo videro, e ascoltare ciò che voi ascoltate, ma non lo ascoltarono».

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

Fonte: LaSacraBibbia.net

[/box]