don Mauro Leonardi – Commento al Vangelo del 31 Gennaio 2019

60

La lampada è Cristo, il candelabro è la croce. Il corpo esposto è la verità che si mostra con la misericordia.

[box type=”shadow” align=”” class=”” width=””]

Poesia

Sei la luce della mia vita

Tu dai alla mia luce, un sostegno.
Tu dai alla mia vita, una misura.

Senza di te.
La mia luce è nascosta e soffoca.
Senza di te.
La mia vita rimane mia e muore.
Senza di te.
Perdo tutto quello che ho.
Luce e vita si sostengono.

Sei la luce venuta nella mia vita.
Tutto illumini.
Tutto.
Senza misura.
Voglio essere luce per tutti.
Senza misura.
Voglio essere luce per tutti.
Voglio essere illuminata da te.
Come un candelabro.
Prendo la luce.
Dono la luce.
Tienimi sempre accesa.

[/box]

[box type=”shadow” align=”” class=”” width=””]

LEGGI IL BRANO DEL VANGELO

Mc 4, 21-25
Dal Vangelo secondo Marco

In quel tempo, Gesù diceva [alla folla]: «Viene forse la lampada per essere messa sotto il moggio o sotto il letto? O non invece per essere messa sul candelabro? Non vi è infatti nulla di segreto che non debba essere manifestato e nulla di nascosto che non debba essere messo in luce. Se uno ha orecchi per ascoltare, ascolti!».
Diceva loro: «Fate attenzione a quello che ascoltate. Con la misura con la quale misurate sarà misurato a voi; anzi, vi sarà dato di più. Perché a chi ha, sarà dato; ma a chi non ha, sarà tolto anche quello che ha».

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

[/box]

Articolo precedentePreghiera – Tu ci parli
Articolo successivoCommento alle letture del 31 Gennaio 2019 – Mons. Costantino Di Bruno