don Mauro Leonardi – Commento al Vangelo del 29 Marzo 2019 – Lc 11, 14-23

183

In un tempo liturgico di digiuni e di pratiche penitenziali, siamo invitati a pensare che il centro di tutto è Dio: ascoltare Dio. Il digiuno quindi è fare spazio a Dio. Le pratiche penitenziali, le elemosine, le preghiere hanno senso se ci aiutano a passare del tempo con Lui. Perché lì dov’è il nostro tesoro, lì riposa il nostro cuore.

Le coordinate per amare

Si. Ci vuole coraggio a interrogare chi ti guarda dentro gli occhi e va nel cuore e passa nella mente e ti entra nell’anima.
Si. Ci vuole coraggio a starti davanti, Gesù mio.
Tu rispondi la verità.
Tu fai uscire la verità.
Tu sei solo la verità.
E per dire, per dirsi, la verità, ci vuole coraggio. Molto coraggio.

Ascoltare.
Amare.
Sono questi i comandamenti dell’amore, perché questo è l’amore.
Dirsi tutto. Ascoltare tutto.
Amare tutto. Amare tutti.

Eccola la legge di chi vuole amare.
Dare tutto di sé a Dio.
Trovare tutto Dio nell’altro che sta accanto a me.
E amarlo.
Come amo me.
Come amo Dio.

Dio, gli altri, me.
Eccole le coordinate per amare.

Insegnami l’amore.
Ti ascolto.

Insegnami ad amare.
Ad amarmi.
Ti guardo.

Da te imparo a dire.
Da te imparo a fare.

Mc 12, 28b-34
Dal Vangelo secondo Marco

In quel tempo, si avvicinò a Gesù uno degli scribi e gli domandò: «Qual è il primo di tutti i comandamenti?».
Gesù rispose: «Il primo è: “Ascolta, Israele! Il Signore nostro Dio è l’unico Signore; amerai il Signore tuo Dio con tutto il tuo cuore e con tutta la tua anima, con tutta la tua mente e con tutta la tua forza”. Il secondo è questo: “Amerai il tuo prossimo come te stesso”. Non c’è altro comandamento più grande di questi».
Lo scriba gli disse: «Hai detto bene, Maestro, e secondo verità, che Egli è unico e non vi è altri all’infuori di lui; amarlo con tutto il cuore, con tutta l’intelligenza e con tutta la forza e amare il prossimo come se stesso vale più di tutti gli olocàusti e i sacrifici».
Vedendo che egli aveva risposto saggiamente, Gesù gli disse: «Non sei lontano dal regno di Dio». E nessuno aveva più il coraggio di interrogarlo.

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.