don Mauro Leonardi – Commento al Vangelo del 18 Maggio 2019 – Gv 14, 7-14

132

Un figlio somiglia ai genitori, non solo per il patrimoniuo del Dna che reca in sé, ma anche perché è la testimonianza di un’unità d’amore che va oltre la carne. Così Gesù è nel Padre e il Padre in Lui e grazie alla sua umiltà rivela con le parole e le opere questa comunione che è relazione d’amore tra loro e di salvezza per noi.

Guardare te, basta

Essere una sola cosa.
Una sola carne.
Una sola parola.
Una sola volontà.
Le stesse opere.
Lo stesso amore.
La stessa vita.
Nel padre.
In te.
E se io voglio.
Se io credo.
Se io chiedo.
Anche io.
Anche io.
Unita a voi.
Che meraviglia.

Io non so se ho capito tutto quello che dici.
Ma una cosa la so.
La so perché la vivo.
Guardare te, basta.
Basta a tutto.
Conoscere te, basta.
Ascoltare te, basta.
Credere in te, basta.

È il tuo nome che dà una risposta ad ogni domanda.
È guardare te che fa vedere tutto.
È credere in te che fa comprendere tutto.
Sei tu.
Lo so.
Lo vivo.

[box type=”info” align=”” class=”” width=””]Qui puoi continuare a leggere altri commenti al Vangelo del giorno.[/box]

[box type=”shadow” align=”” class=”” width=””]

Chi ha visto me, ha visto il Padre.

Dal Vangelo secondo Giovanni
Gv 14, 7-14

In quel tempo, disse Gesù ai suoi discepoli: «Se avete conosciuto me, conoscerete anche il Padre mio: fin da ora lo conoscete e lo avete veduto». Gli disse Filippo: «Signore, mostraci il Padre e ci basta». Gli rispose Gesù: «Da tanto tempo sono con voi e tu non mi hai conosciuto, Filippo? Chi ha visto me, ha visto il Padre. Come puoi tu dire: Mostraci il Padre? Non credi che io sono nel Padre e il Padre è in me? Le parole che io vi dico, non le dico da me stesso; ma il Padre, che rimane in me, compie le sue opere. Credete a me: io sono nel Padre e il Padre è in me. Se non altro, credetelo per le opere stesse. In verità, in verità io vi dico: chi crede in me, anch’egli compirà le opere che io compio e ne compirà di più grandi di queste, perché io vado al Padre. E qualunque cosa chiederete nel mio nome, la farò, perché il Padre sia glorificato nel Figlio. Se mi chiederete qualche cosa nel mio nome, io la farò.

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

[/box]