Home / Vangelo del Giorno / don Mauro Leonardi – Commento al Vangelo del 15 Maggio 2019 – Gv 12, 44-50

don Mauro Leonardi – Commento al Vangelo del 15 Maggio 2019 – Gv 12, 44-50

Il Padre manda il Figlio per portare la buona novella che è questa: il nostro nome è scritto nel cuore del Padre che ci ama e ci vuole suoi. Questo amore è eterno e fedele e nessuna nostra infedeltà può intaccarlo a meno che non espiriamo la volontà di non corrispondere all’abbraccio che Dio ci propone e che aspetta da noi, liberamente.

Ripetimi le cose di Dio

Come se tu fossi trasparente.
Attraverso il tuo viso, vedere Dio.
Attraverso le tue parole, ascoltare Dio.
Attraverso la fede in te, credere in Dio.

Come se tu fossi luce.
Attraverso te, vedo me, vedo Dio, vedo gli altri, vedo tutti.

Non sei venuto a condannare.
Non debbo fare nulla.
Sei venuto a salvare.
Devo solo lasciarti fare.
Ascoltarti.
Guardarti.
Seguirti.
Accoglierti.

Tu dici le stesse cose di Dio.
La tua voce è la voce di Dio.
Parlami.
Parlami.
Comandami la vita.
Ripetimi le cose di Dio.
Ti ascolto.
Ti ascolto.

Qui puoi continuare a leggere altri commenti al Vangelo del giorno.

Io sono venuto nel mondo come luce.

Dal Vangelo secondo Giovanni
Gv 12, 44-50

In quel tempo, Gesù esclamò:
«Chi crede in me, non crede in me ma in colui che mi ha mandato; chi vede me, vede colui che mi ha mandato. Io sono venuto nel mondo come luce, perché chiunque crede in me non rimanga nelle tenebre.
Se qualcuno ascolta le mie parole e non le osserva, io non lo condanno; perché non sono venuto per condannare il mondo, ma per salvare il mondo.
Chi mi rifiuta e non accoglie le mie parole, ha chi lo condanna: la parola che ho detto lo condannerà nell’ultimo giorno. Perché io non ho parlato da me stesso, ma il Padre, che mi ha mandato, mi ha ordinato lui di che cosa parlare e che cosa devo dire. E io so che il suo comandamento è vita eterna. Le cose dunque che io dico, le dico così come il Padre le ha dette a me».

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

VEDI ANCHE

Paolo Curtaz – Commento al Vangelo del 23 Maggio 2019 – Gv 15, 9-11

Gesù ci ama. Mi ama. Dell’amore ricevuto dal Padre, e chiede a me di restare …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.