don Mauro Leonardi – Commento al Vangelo del 1 Gennaio 2019

155

I pastori, considerati peccatori ed indegni per il tempo, visitano Maria e il bambino come Maria aveva fatto con Elisabetta e, a propria volontà, diffondono un Magnificat che parla di un Dio che si è fatto uomo, anzi bambino.

Il Natale ci parla, infatti, di una sapienza che si fa umiltà, di una conoscenza che è nutrita dall’amore e dalla gratitudine per quanto abbiamo gratuitamente ricevuto dal Signore, per una generosità che si fa annuncio e attrazione.

[box type=”shadow” align=”” class=”” width=””]

Poesia

Silenzio di uomini

Ora siete lì. Tu e Giuseppe.
Avete ascoltato gli angeli.
Avete temuto.
Avete domandato.
Avete risposto.
Ora siete lì.
Ascoltate i pastori.
Guardate i loro sguardi.
Vanno via lodando Dio.
Tu, custodisci tesori nel cuore.
Li mediti.
Giuseppe. Custodisce la sua famiglia.
La contempla.
Che pace guardarvi.
Che gioia stare con voi.

Otto giorni.
Otto giorni da quel giorno che non c’era posto nell’albergo.
Otto giorni da quando sei nato.
Otto giorni di visite .
Di sguardi.
Di contemplazione.
Otto giorni pieni di te.
Otto giorni da custodire nel cuore e meditare.
E ora dopo tanto silenzio, preghiera, dopo tanti sguardi.
È ora di circonciderti.
È ora di darti un nome che sarà il tuo.
È ora di darti un nome che sarà preghiera per tutti. Per sempre.

Cielo e terra non sono mai stati tanto uniti, amore mio.
Un angelo è venuto da Maria.
A chiedere un amen.
Un angelo è andato da Giuseppe.
A dire non temere.
Un angelo è andato dai pastori.
Ad annunciare dove eri nato.
I pastori ti lodano.
Maria ti contempla, ti allatta.
Giuseppe ti custodisce, ti scalda.
Giuseppe dice il tuo nome.
Scelto dal cielo, per bocca di un angelo.
Gesù. È il tuo nome.
E tutto inizia.
I pastori vanno via.
La legge dice di tagliarti.
Gesù, sei tu.
E tutto inizia.

Chissà cosa avranno provato i pastori.
Negli occhi avevano un bambino.
Nelle orecchie le parole dell’angelo.
Un salvatore.
In una mangiatoia.
Una grande gioia.
In fasce.
Ai piedi di un uomo e di una donna silenziosa.
Chissà cosa avranno provato i pastori.
Silenzio di uomini.
Lodi di angeli.
Maria Maria, Gesù Gesù, che bello guardarvi.

[/box]

[box type=”shadow” align=”” class=”” width=””]

LEGGI IL BRANO DEL VANGELO

Lc 2, 16-21
Dal Vangelo secondo Luca

In quel tempo, [i pastori] andarono, senza indugio, e trovarono Maria e Giuseppe e il bambino, adagiato nella mangiatoia. E dopo averlo visto, riferirono ciò che del bambino era stato detto loro.
Tutti quelli che udivano si stupirono delle cose dette loro dai pastori. Maria, da parte sua, custodiva tutte queste cose, meditandole nel suo cuore.
I pastori se ne tornarono, glorificando e lodando Dio per tutto quello che avevano udito e visto, com’era stato detto loro.
Quando furono compiuti gli otto giorni prescritti per la circoncisione, gli fu messo nome Gesù, come era stato chiamato dall’angelo prima che fosse concepito nel grembo.

C: Parola del Signore.
A: Lode a Te o Cristo.

[/box]