don Marco Scandelli – Commento al Vangelo del 31 Gennaio 2021

95

Le omelie belle affascinano perché sono aderenti alla vita!

Siccome Gesù parla di cose vere e che cambiano la vita, il Signore è costretto a scacciarlo per il disturbo che procurava negli altri. É vero che anche oggi c’è l’esperienza del male e della possessione: ma la peggiore delle possessioni non è quella di un diavolo che prende possesso di un corpo, bensì quella di un uomo sano che però è avvinto dalla gelosia e dall’invidia.

Spesso sono proprio i preti che fanno di mestiere il prete e non vivono il sacerdozio ad essere i più incarogniti. Mamma mia! Questi fan paura sul serio! Ma capita anche di laici che si credono padroni delle loro comunità, delle loro chiese, dei loro gruppi al punto da fare gli offesi se non si fa ciò che loro vogliono o parlano male in giro per screditare le altre persone.

Gesù li sgrida, gli chiede di andarsene, di uscire, di lasciare in pace chi cerca di vivere la fede. E ciò genera la terza buona notizia: le cose belle anche se osteggiate non hanno confini e si diffondono velocemente ovunque! Che dire, dunque? Gesù c’è, agisce, ci difende dal male, il male non può vincerlo….

Cosa vogliamo di più? TU hai mai dovuto lottare contro il male? Raccontami la tua esperienza. Non dimenticare di iscriverti al mio canale e di mettere un like a questo video. E io ti aspetto come sempre a domani!


Link al video

AUTORE: don Marco ScandelliSITO WEB CANALE YOUTUBE