don Marco Scandelli – Commento al Vangelo del 29 Marzo 2021

5

Giorno dell’amicizia: come essere “teneri” con Gesù?

Anche se non è il suo nome ufficiale, io chiamo il lunedì santo il “lunedì dell’amicizia” perché nel Vangelo che ci viene proposto c’è l’esaltazione di questo rapporto fondamentale della vita umana cui nemmeno Gesù si è ritratto.

Gesù si trova nel luogo dell’amicizia, cioè Betania, che però è anche luogo di morte, in quanto è la città di Lazzaro, il redivivo che per il Signore ha deciso di dare un banchetto. Mentre Lazzaro parla e sua sorella Marta serve, ecco l’altra sorella, Maria, che cosparge i piedi di Gesù con del profumo buonissimo, largo puro, che in un attimo si spande per tutta la casa. L’episodio genera stizza in Giuda che avrebbe preferito comprare delle armi con quei soldi, sebbene dica che “si potevano darei ai poveri”.

Ma rimaniamo sul gesto fondamentale di questo racconto: poter ungere il corpo di Gesù con del profumo. Il solo pensiero di questa azione dovrebbe accendere in ciascuno di noi l’invidia per non essere stati al posto di Maria. Una cosa così tenera, un privilegio così importante.

Eppure: noi possiamo ungere il corpo di Dio?


Link al video

AUTORE: don Marco ScandelliSITO WEB CANALE YOUTUBE