don Marco Scandelli – Commento al Vangelo del 28 Ottobre 2020

116

Il commento di don Marco Scandelli

“Gesù se ne andò sul monte a pregare e passo tutta la notte pregando Dio”. Perché non commento il resto? Qui vi è concentrato il grande segreto di tutta la vita di Cristo. Ogni cosa che lui ha fatto – scegliere gli apostoli, incontrare la gente, guarire malati e peccatori – ha la propria radice in questo rapporto personalissimo e intimo con il Padre.

Un rapporto che dobbiamo imparare a vivere anche noi se vogliamo capire la direzione da prendere e le modalità per attuarla. Si. Perché ciascuno di noi è messo dalla realtà di fronte alla necessità di progettare la vita, la propria cerchia di rapporti, il lavoro. Ma come farlo? Quali sono i criteri con cui ci buttiamo nella realtà?

Da dove dobbiamo partire per non fallire, ma soprattutto per non rimanere con l’amaro in bocca? Dobbiamo sempre ricominciare dalla preghiera. Che non è il ripetersi di formule magiche, ma un concepirei davvero nelle mani di un padre che qualsiasi cosa accada ci ama. Sempre e comunque.

Link al video

AUTORE: don Marco Scandelli
FONTE:
SITO WEB
CANALE YOUTUBE

PAGINA FACEBOOK

INSTAGRAM

TWITTER