don Marco Scandelli – Commento al Vangelo del 22 Dicembre 2020

74

Avvento: attendere con umiltà che il Signore sani le nostre ferite

Dio sceglie gli umili, i poveri. Ma non tanto l’umiltà o la povertà materiale (che in sé non sono valori ed anzi possono addirittura tramutarsi in ostacoli alla santità), quanto piuttosto l’umiltà e la povertà spirituale, cioè quegli atteggiamenti che non si acquisiscono naturalmente o per uno stato di vita particolare, ma che sono alla portata di tutti e che nascono dal coltivare le virtù cristiane evitando i vizi e particolarmente la menzogna, il cui padre è il Demonio.

Dobbiamo inoltre ricordare sempre che la vita cristiana è gioia, esultanza, “magnificat”!


Link al video

AUTORE: don Marco ScandelliSITO WEB CANALE YOUTUBE

Articolo precedentedon Domenico Bruno – Commento al Vangelo del 22 Dicembre 2020
Articolo successivoDon Antonio Mancuso – Commento al Vangelo del 22 Dicembre 2020