don Marco Scandelli – Commento al Vangelo del 15 Marzo 2021

229

A volte abbiamo un tesoro accanto e non ce ne accorgiamo!

L’episodio narrato nel Vangelo fa riferimento, inizialmente ad un viaggio compiuto da Gesù da Gerusalemme per tornare al luogo che più amava, potremmo dire la sua “parrocchia”. I suoi parrocchiani non lo accolgono tanto per quello che lui è, ma perché erano anche loro a Gerusalemme per la festa e han visto di quali grandi cose lui fosse capace.

Succede sempre così anche oggi: potrebbe essere che il parroco sia anche il più bravo del mondo, ma non lo si apprezza adeguatamente perché ha gli occhi marroni, il naso all’insù, è basso o è troppo alto. E così poi – per giustificarsi – si arriva a dire che “non c’è mai” oppure che “è troppo invasivo”. Gesù ci insegna che bisogna imparare ad apprezzare i propri sacerdoti per non rischiare di perdere le grandi occasioni che si possono avere con lui.

Tu hai un sacerdote vicino che è profetico? Uno di cui tutti gli altri ti parlano bene ma che tu di solito non consideri o magari non apprezzi? Prova a lasciarti interrogare dalla Parola di Gesù di oggi e se ti va lasciami come sempre un commento. Intanto ti do appuntamento a questa sera per la rubrica 40 giorni per 40 domande. Che Dio ti benedica. Ti chiedo di pregare per me. A presto!


Link al video

AUTORE: don Marco ScandelliSITO WEB CANALE YOUTUBE

Articolo precedentedon Tomasz Korszun – Commento al Vangelo di oggi – 15 Marzo 2021
Articolo successivodon Mauro Leonardi – Commento (e poesia) al Vangelo del giorno, 15 Marzo 2021