don Marco Scandelli – Commento al Vangelo del 11 Dicembre 2020

109

La nostra fede vacilla perché discontinui nella preghiera

A noi, cosa dice questo Vangelo oggi? Anzitutto che se aprissimo un tantino gli occhi scopriremmo che le sue opere sono davanti ai nostri occhi. Siamo facilmente portati alla lamentela, da non accorgersi che Lui c’è e agisce, in questo istante.

Ma qual è l’origine di questo nostro pregiudizio? Il fatto che non prendiamo veramente sul serio l’idea di farci discepoli: viviamo nella discontinuità, nella dispersione, ad attimi di trasporto, spesso alterniamo giorni e giorni di dimenticanza. La Sapienza, conclude il Vangelo di oggi, però, si manifesta attraverso le opere. Si tratta dunque di consentire alla Parola di Dio di portare frutto in noi.

Proviamo in questa giornata a compiere le nostre scelte, dalle più piccole alle più faticose, chiedendoci: che cosa farebbe Gesù al mio posto?


Link al video

AUTORE: don Marco ScandelliSITO WEB CANALE YOUTUBE

Articolo precedentedon Franco Mastrolonardo – Commento al Vangelo di oggi – 11 Dicembre 2020
Articolo successivoArcidiocesi di Pisa – Commento al Vangelo del 11 Dicembre 2020