don Marco Scandelli – Commento al Vangelo del 10 Novembre 2020

54

Leone Magno: non si è discepoli per ottenere privilegi

Oggi incontriamo san Leone Magno, un uomo che ha fondato tutta la sua vita sul tentativo di cercare la verità e una volta trovata aderirvi. Non come una ideologia, ma come un amore corrisposto. In particolare san leone ha cercato di capire chi fosse Gesù.

Non un uomo qualsiasi, ma un uomo-Dio, Dio fatto uomo. Per alcuni può sembrare una verità sterile, anzi una frase impossibile da sostenere. Ma ciò che l’intelletto non comprende, lo capisce il cuore: infatti, se razionalmente ci sembra impossibile che Gesù possa essere vero Dio e vero uomo, se pensiamo alla sua vita, a tutto ciò che lui ha fatto per noi e al modo in cui ha rivoluzionato l’umanità, di come ci ha parlato di Dio: non un estraneo, ma un amico… ecco, tutto questo ci fa capire che era necessario che Dio si facesse come noi, perché noi diventassimo – passo dopo passo – come lui.

E il vangelo di oggi è forse tra gli esempi più interessanti che il Vangelo ci ricordi. Lui – Dio – Perfetto ci dice che la dinamica del “fare per avere” è una dinamica distorta, che ci fa trattare gli altri come nemici o Dio come una cosa, non come una persona.


Link al video

AUTORE: don Marco ScandelliSITO WEB CANALE YOUTUBE