don Manuel Belli – Commento al Vangelo del 19 Dicembre 2021

108

Perché Maria va da Elisabetta? Ho provato a leggere un po’ di commenti e ho trovato tre diverse interpretazioni, molto belle e non in contraddizione l’una con l’altra.

Sant’Ambrogio ha proposto di pensare che il viaggio di Maria verso la casa di Elisabetta sia dettato dalla carità. Maria ha saputo della parente incinta dall’angelo e decide di mettersi in viaggio mossa dal desiderio di aiutarla. Maria in questo caso è la donna mossa dalla carità.
Qualche altro autore dice che il viaggio di Maria è da leggere nello schema delle promesse di Dio. Nell’Antico Testamento molti personaggi ricevono una missione da parte di Dio e Dio concede loro un segno della sua fedeltà. Ad esempio, quando Gedeone viene inviato come giudice a liberare Israele, Dio gli concede un segno della sua affidabilità. La gravidanza di Elisabetta sarebbe il segno della promessa di Dio a Maria. Maria in questo caso è la testimone della fedeltà di Dio e colei che contempla le sue opere meravigliose.

Qualche altro interprete invece parla del viaggio di Maria come di un immagine del Nuovo Testamento che entra nella storia di Israele. Giovanni esulta nel grembo di Maria perché in lei si stanno compiendo le promesse. Sembra di sentire la gioia di Davide quando viene portata l’arca in Gerusalemme: Davide si rallegra per la presenza di Dio. Ora Dio è presente in Cristo e Maria è come la nuova arca dell’alleanza.

Mi permetto di aggiungere anche una mia suggestione personale che mi è venuta riflettendo su questo testo. Maria è la donna che non si lascia sfuggire le occasioni. Che va dove la vita pulsa, dove Dio si manifesta. Maria è la donna che si espone alla presenza di Dio, che non sta nelle retrovie della storia. Sente che nella casa di Elisabetta e Zaccaria Dio si sta manifestando, e non ci pensa un istante a metterci in cammino, ad andare dove Dio si rivela e si manifesta. Maria ha fiuto per Dio e per la vita: la vediamo proprio lì dove Dio si sta manifestando, dove la storia si sta compiendo, dove la vita prende senso.

Sarebbe interessante imitarla in questo. Dove si sta manifestando Dio nei nostri giorni? Sì, è vero che Dio è presente in tutto e in tutti. Ma ci sono luoghi, uomini, situazioni dove Dio manifesta la sua santità. E di solito non è quasi mai nei santuari che gli costruiamo, nelle ore che gli dedichiamo, negli spazi che riempiamo. Ai tempi di Maria Dio si è manifestato nel grembo sterile della moglie di un sacerdote sconosciuto in un paesino ai margini della Galilea. Maria non teme di mettersi in cammino verso queste periferia di mondo dove Dio mostra la sua gloria.
Dove sono oggi le periferie in cui Dio ci attende per farci grazia e per rivelarci la sua gioia? E dove siamo noi? Quanto siamo distanti? E quanto disponibili a metterci in viaggio?


Leggi altri commenti al Vangelo del giorno

Articolo precedentedon Luciano Vitton Mea – Commento al Vangelo del 19 Dicembre 2021
Articolo successivoPapa Francesco – Angelus del 19 Dicembre 2021 – Il testo, il video e il file mp3