don Luigi Maria Epicoco – Commento al Vangelo del 9 Maggio 2020 – Gv 14, 7-14

405

«Signore, mostraci il Padre e ci basta». Le parole sinte­tiche e lapidarie di Filippo sono un’accorata giaculatoria che sovente ripetiamo nel nostro cuore magari usando sempli­cemente parole simili: «Signore mostraci ciò che conta e ci basta».

Il Padre è “ciò che conta”, è il senso della vita, è il significato dell’esistenza, è la motivazione per cui le cose valgono la pena. E ci sembra che proprio lui sia ciò che di più nascosto possa esistere. Ma Gesù non elude questa ri­chiesta: «Gli rispose Gesù: “Da tanto tempo sono con voi e tu non mi hai conosciuto, Filippo? Chi ha visto me ha visto il Padre. Come puoi dire: Mostraci il Padre? Non credi che io sono nel Padre e il Padre è in me? Le parole che io vi dico, non le dico da me; ma il Padre che è con me compie le sue opere”».

Solo quando si prende sul serio Cristo si riesce a prendere sul serio anche quel Padre che percepiamo così mi­sterioso e nascosto. Gesù ha reso visibile ciò che noi speri­mentiamo sempre come invisibile. Più si entra in rapporto a Cristo e più si entra in relazione con il senso nascosto della vita, con ciò che ne fa da fondamento. E questa non è una faccenda meramente intellettuale ma è una vera e propria esperienza.

È la stessa differenza che corre tra chi vede un documentario sulle meraviglie della montagna e chi invece si mette a camminare realmente su quella montagna. Gesù non è venuto a raccontarci storie, né a renderci spettatori di esperienze di altri. Gesù è venuto a trasformare ciascuno di noi in protagonisti e a tirare fuori dalle nostre vite delle esperienze, e non dei semplici ragionamenti.

E quando si entra nel territorio dell’esperienza può anche darsi che le nostre siano più spericolate di quelle di Cristo stesso: «In verità, in verità vi dico: anche chi crede in me, compirà le opere che io compio e ne farà di più grandi, perché io vado al Padre». Ma ciò che conta è sapere che tutto il meglio e anche il di più passa sempre attraverso di lui.

In questo senso come cristiani dobbiamo imparare a chiedere a Cristo il Padre, a chiedere a Cristo ciò che conta.


AUTORE: don Luigi Maria Epicoco
PAGINA FACEBOOK
FONTE: Amen – La Parola che salva

AMEN ti offre in un unico volume giorno per giorno:

  • i testi della Santa Messa e la Liturgia delle Ore: Lodi Mattutine, Vespri e Compieta
  • il commento di Papa Francesco alle letture
  • meditazioni a cura di don Luigi Maria Epicoco e don Claudio Doglio
  • le Preghiere del cristiano, il Rosario, la Coroncina della Divina Misericordia e tante altre preghiere
  • il calendario liturgico

Pratico formato (cm. 11,5 x 14,4): 640 pagine – testo a caratteri grandi, ben leggibile.

ABBONATI A 12 MESI (12 NUMERI) A 34,90€
Prezzo verificato a maggio 2020