don Luigi Maria Epicoco – Commento al Vangelo del 13 Maggio 2020 – Gv 15, 1-8

197

«Io sono la vera vite e il Padre mio è il vignaiolo. Ogni tralcio che in me non porta frutto, lo toglie e ogni tralcio che porta frutto, lo pota perché porti più frutto».

Se c’è una cosa di cui siamo conviti senza che nessuno ci impegni nel convincerci è proprio l’esperienza del taglio. Nella vita molte volte ci accorgiamo di incontrare dei tagli. Sono esperienze di dolore o anche di gioia che segnano una linea di demarcazione tra un prima e un dopo. Certi dolori segnano con un taglio netto la nostra esistenza, e così anche certi amori, certe gioie.

Ma la domanda non è se quel taglio è una benedizione o una maledizione, ma che benedizione o quale maledizione portano nella nostra vita. Alcuni tagli ci portano alla morte, a non sentire più la vita viva. Altri tagli tirano fuori da noi il meglio, i frutti nascosti sotto la cenere. Non dobbiamo pensare che Dio ci ama perché ci evita i tagli, ma pensare che il suo amore è vero proprio nell’esperienza del taglio perché da esso si fa verità su noi stessi.

Ma è anche vera un’altra cosa, e cioè la nostra totale dipendenza vitale da Cristo: «Rimanete in me e io in voi. Come il tralcio non può far frutto da se stesso se non rimane nella vite, così anche voi se non rimanete in me. Io sono la vite, voi i tralci. Chi rimane in me e io in lui, fa molto frutto, perché senza di me non potete far nulla».

L’inferno è pensare che il meglio di noi viene fuori nella solitudine, nell’autosufficienza, nel poter fare a meno. Invece è proprio quando ci accorgiamo che non possiamo fare a meno delle relazioni, dell’altro, e cioè di Cristo stesso nascosto al fondo di ogni relazione, che emerge in noi chiaro in che maniera concreta Cristo ci salva la vita. Se ad esempio una madre è il modo attraverso cui Cristo salva la vita di un bambino, sarebbe distruttivo per quel bambino presumere di poter fare a meno di una madre.

Questo però interroga ciascuno di noi anche su quanto lasciamo che Cristo ci usi per salvare la vita agli altri. I nostri no all’amore molto spesso gettano nell’inferno l’altro.


AUTORE: don Luigi Maria Epicoco
PAGINA FACEBOOK
FONTE: Amen – La Parola che salva

AMEN ti offre in un unico volume giorno per giorno:

  • i testi della Santa Messa e la Liturgia delle Ore: Lodi Mattutine, Vespri e Compieta
  • il commento di Papa Francesco alle letture
  • meditazioni a cura di don Luigi Maria Epicoco e don Claudio Doglio
  • le Preghiere del cristiano, il Rosario, la Coroncina della Divina Misericordia e tante altre preghiere
  • il calendario liturgico

Pratico formato (cm. 11,5 x 14,4): 640 pagine – testo a caratteri grandi, ben leggibile.

ABBONATI A 12 MESI (12 NUMERI) A 34,90€
Prezzo verificato a maggio 2020

Articolo precedentedon Fulvio Capitani – Commento al Vangelo del 17 Maggio 2020
Articolo successivoIl Vangelo del giorno, 13 Maggio 2020