don Luciano Vitton Mea – Commento al Vangelo del 8 Novembre 2021

65

“……State attenti a voi stessi! Se il tuo fratello commetterà una colpa, rimproveralo; ma se si pentirà, perdonagli…..”

Gesù dimostra una durezza senza appello verso chi procura scandali all’interno della comunità; ma rivela anche una misericordia senza limiti verso chi pecca. Che cosa ci vuole dire? Anzitutto c’è un imperativo che richiama a ciascuno di noi la responsabilità personale di fronte al male e al peccato: “state attenti a voi stessi”. Un discernimento e una vigilanza da mantenere sul proprio cuore.

Non si tratta di chiudere gli occhi sul male commesso: rimproveralo, ma di togliere ogni inciampo alla ripresa di un cammino: perdonagli.
Nella parola perdono si rivela il modo in cui Dio guarda ogni uomo, uno sguardo che rialza, che apre ad un futuro di speranza. Ognuno deve trasmettere la bellezza dell’evangelo e non diventare schermo che impedisce l’incontro con il Signore Gesù. […]

Continua a leggere il commento di don Luciano sul sito nondisolopane.it


Articolo precedentedon Antonio Savone – Commento al Vangelo del 8 Novembre 2021
Articolo successivoVangelo Daily – Lettura e Commento al Vangelo del 8 Novembre 2021