don Luciano Vitton Mea – Commento al Vangelo del 30 Ottobre 2021

67

Gesù sei grande! La tua parola oggi mi incontra nel mio desiderio di compimento, di pace profonda: shalom. Noi che ancora viviamo la frattura dolorosa di quella porta di Israele che ancora resiste al vangelo, noi che abbiamo assistito al mistero della storia che l’ha reso ultimo tra i popoli e ancora soffre nell’attesa di una pace reale.

Mi metto all’ultimo posto io che ricevo il vangelo per grazia, sapendo che vivo e respiro nella loro elezione d’amore, sperando e invocando quel giorno in cui avranno parte totale e, finalmente, le porte si apriranno a tutte le genti. Mi metto all’ultimo posto guardando a quel posto ancora vuoto, anelando a una storia d’amore che abbia pienezza: la sua eredità non la può abbandonare. […]

Continua a leggere il commento di don Luciano sul sito nondisolopane.it


Articolo precedentedon Franco Mastrolonardo – Commento al Vangelo di oggi – 30 Ottobre 2021
Articolo successivodon Domenico Bruno – Commento al Vangelo del 30 Ottobre 2021