don Luciano Vitton Mea – Commento al Vangelo del 30 Novembre 2021

176

- Pubblicità -

“….Venite dietro a me, vi farò pescatori di uomini.” Ed essi subito lasciarono le reti e lo seguirono…..”
Andrea, uomo di mare, di reti spiegate, di duro lavoro durante la notte. Uomo che cerca risposte, un luogo, una casa, un segreto che attrae. Uomo incontrato nell’ora precisa del tempo di Dio; uomo che incontra il fratello nell’annunzio che invita. Sulle sponde del mare ha iniziato il cammino, sempre attento ad ampliare le maglie alla rete del regno; a portare a Gesù quegli uomini che egli stesso lo ha reso capace di cercare, ascoltare……pescare. Andrea, uomo che guarda oltre le proprie certezze, gli occhi fissi all’Agnello, sfida l’umana prudenza e propone quei pani, quei pesci, del ragazzo in mezzo alla folla. Andrea, uomo fratello, apre le braccia allo stesso destino del dono, per formare, nel prezzo del sangue, la Chiesa Sorella. […]

Continua a leggere il commento di don Luciano sul sito nondisolopane.it


Articolo precedentedon Domenico Bruno – Commento al Vangelo del 30 Novembre 2021
Articolo successivoArcidiocesi di Pisa – Commento al Vangelo del 30 Novembre 2021