don Luciano Vitton Mea – Commento al Vangelo del 29 Gennaio 2022

180

- Pubblicità -

Per fede Abramo….
per fede Sara….
per fede: è l’esperienza di uomini e donne concreti che hanno rischiato tutto sulla parola.
Per essi la fede è stata la prospettiva ampia della ricerca, della speranza, della vita. Uomini e donne sempre in cammino, sorretti dalla luce invisibile e certa della presenza di Dio, quel Dio capace anche di far risorgere dai morti.
E noi, come discepoli del Vangelo, sulla barca circondati dalle onde e dal vento impetuoso, siamo presi dalla paura di morire. Perché avete paura? Non avete ancora fede?
Gesù ci chiede di guardare a lui che è speranza, vita, luce, guida sicura e meta di ogni traversata anche nelle burrascose e sconvolgenti vicende del nostro vivere.
E’ lui che ripete al nostro cuore: Taci, calmati! Non c’è paura. Gesù è il risorto.[…]

Continua a leggere il commento di don Luciano sul sito nondisolopane.it


Articolo precedentedon Domenico Bruno – Commento al Vangelo del 29 Gennaio 2022
Articolo successivoArcidiocesi di Pisa – Commento al Vangelo del 29 Gennaio 2022