don Luciano Vitton Mea – Commento al Vangelo del 23 Gennaio 2022

153

- Pubblicità -

“…Nella sinagoga, gli occhi di tutti erano fissi su di lui. Allora cominciò a dire loro: «Oggi si è compiuta questa Scrittura che voi avete ascoltato…”

Questa parola evangelica è sempre attuale.
Parola viva che Dio dice a noi oggi e che si realizza in noi.
Il Vangelo ci contiene, ci coinvolge; proclama l’adempimento del disegno del Padre nell’oggi della vita della Chiesa.
Non riporta un passato ormai tramontato, né prospetta un avvenire straordinario, ma invita a vivere il tempo che ci è donato come luogo privilegiato della venuta del Signore.
Verifichiamo l’incidenza della parola di Dio nelle nostre comunità: i sacri misteri non sono una sacra rappresentazione, ma annuncio e pane spezzato per noi.
Quale posto occupa la Parola di Dio in noi e nelle nostre comunità?[…]

Continua a leggere il commento di don Luciano sul sito nondisolopane.it


Articolo precedentep. Giovanni Nicoli – Commento al Vangelo del 23 Gennaio 2022
Articolo successivoTracce di Luce – Commento al Vangelo del 23 Gennaio 2022