don Luciano Vitton Mea – Commento al Vangelo del 18 Gennaio 2022

157

- Pubblicità -

“……Il sabato è stato fatto per l’uomo e non l’uomo per il sabato! Perciò il Figlio dell’uomo è signore anche del sabato….”

Zelanti, cultori della legge, non fatevi compatire! Non siate così gretti da voler stravolgere i miei veri connotati!
Sono nato come giorno di festa, giorno in cui il Creatore si è fermato compiaciuto a contemplare la sua opera, riuscita veramente molto bene, desideroso che anche voi, apice della creazione, lo imitaste per poterlo poi ringraziare.
E invece ecco che mi avete circondato di un cumulo di prescrizioni: non fare questo, non fare quello, non camminare più di così…
Un’atmosfera opprimente, non mi riconosco più, non sono più il sabato di una volta! Ma ora è arrivato Gesù a ricordare che sono qui per aiutarvi a recuperare l’armonia dopo una settimana spesso frenetica. Non durerà a lungo: tra poco prenderà il mio posto la domenica, il giorno del Risorto. E così potrò riposarmi anch’io![…]

Continua a leggere il commento di don Luciano sul sito nondisolopane.it


Articolo precedentedon Mariano – Commento al Vangelo del 18 Gennaio 2022
Articolo successivoMariarosa Tettamanti – Commento al Vangelo del 18 Gennaio 2022