don Luciano Vitton Mea – Commento al Vangelo del 15 Settembre 2021

51

“…Tu non hai unto con olio il mio capo; lei invece mi ha cosparso i piedi di profumo. Per questo io ti dico: sono perdonati i suoi molti peccati, perché ha molto amato. Invece colui al quale si perdona poco, ama poco…”

Donaci Signore, di guardare il nostro prossimo con gli occhi del cuore. Fa’ che spalanchiamo le finestre perché il tuo santo Vento spazi, lavi, sollevi e pulisca dalla polvere del pregiudizio che tutto offusca ed invecchia. Rendi ti prego, il nostro cuore limpido e brillante, pulito e profumato, accogliente come una casa in un bel giorno di primavera.

Donaci occhi che sappiano vedere al di là delle apparenze; orecchie che sappiano ascoltare i movimenti dei cuori. Rendici cauti nel giudizio, profondamente rispettosi nell’accostarci alla realtà dell’altro. E soprattutto, mio Signore, rendici grati, consapevolmente ed infinitamente grati. Possa la gratitudine per il tuo amore muovere i nostri cuori, dilatarli, perché sappiano accogliere, guarire, consolare, accompagnare, carezzare.

Continua a leggere il commento di don Luciano sul sito nondisolopane.it


Articolo precedentePadre Lino Spezia – Commento al Vangelo del 15 Settembre 2021
Articolo successivoSr. Palmarita Guida – Commento al Vangelo del 15 Settembre 2021